Viale Bruno Buozzi n.77, Roma
+39 06.21126793 | +39 388.1830073

7 articoli su 10 vengono condivisi senza essere letti

condividere articolo

Il 4 giugno 2016 il sito di notizie satirico The Science Post ha pubblicato un articolo con il titolo  “Il 70% degli utenti di Facebook legge solo il titolo delle notizie di scienza prima di commentare.”. Fin qui tutto sembrerebbe normale se non fosse per il fatto che l’articolo sotto era composto da quello che i grafici chiamano testo segnaposto, ovvero un testo riempitivo senza significato, il famoso ‘lorem ipsum’ composto da parole in lingua latina, riprese casualmente da uno scritto di Cicerone del 45 a.C, a volte alterate con l’inserzione di passaggi ironici. L’altra anomali è che l’articolo è stato condiviso da ben 46mila persone, alcune delle quali lo hanno preso sul serio.

Il dato conferma in pieno studi statistici recenti, come quello sul consumo di notizie sui social media, elaborato dai ricercatori della Columbia University e dall’Istituto Nazionale Francese (INRIA) che ha confermato il fenomeno della ‘condivisione senza lettura’ per il 61 per cento dei quasi 10 milioni di click analizzati in un campione casuale di notizie pubblicate su Twitter.

“Le persone sono più disposte a condividere un articolo che a leggerlo”, ha affermato il coautore dello studio Arnaud Legout, un ricercatore presso Inria. “Questo è tipico del moderno consumo di informazioni: le persone si formano un parere sulla base di una sintesi, o della sintesi di una sintesi, senza fare lo sforzo di approfondire le notizie, ma leggendo solo i titoli.”

Per quanto riguarda le pubblicazioni sul nostro blog il dato si conferma molto più basso: si ha una fruzione quasi privata dell’articolo, registriamo quindi un numero elevato di letture con una bassa quota di condivisioni. Pensiamo quindi che i nostri contenuti vi interessino realmente; se invece c’è qualcosa che vorreste vedere pubblicato e che ancora non trattiamo chiedetecelo pure, siamo a vostra disposizione.

Related Posts

Leave a reply