Un proposito per il 2016? Impegnarsi nel Content Marketing!

content-marketing

Sul nostro blog ne abbiamo parlato spesso, e sulla guida Facebook abbiamo dato dei consigli su quali sono le tecniche per pubblicare contenuti sempre più coinvolgenti, ma il content marketing è un’attività continuativa, giornaliera, perciò programmare già dall’inizio dell’anno una strategia è sicuramente la miglior cosa da fare, seguendo i nostri consigli.

  • Senza SEO i contenuti sono invisibili. Abbiamo iniziato da poco a lavorare con una cliente con una pagina Facebook veramente super (contenuti interessanti, video coinvolgenti, foto autentiche -non le solite cosce lunghe scopiazzate qua e là, utenti reali, di quelli affezionati che condividono i post e mettono Like, e commentano appassionatamente) ma con un sito invisibile sui motori di ricerca. La nostra analisi ci ha svelato un sito debole nell’architettura di contenuti e link, non ottimizzato per la visione da dispositivi mobili e penalizzato da Google, con il risultato che il primo centro estetico che esce nella ricerca è il diretto concorrente! Prima di impegnarvi, magari anche economicamente, nel programmare i vostri contenuti, fate un check al SEO del vostro sito.
  • Maggiore attenzione ai contenuti visuali. Scegliete sempre l’immagine giusta per promuovere i vostri contenuti e non risparmiate: se per i video viral da pubblicare sui social potete affidarvi alla tecnologia casalinga, per raccontare il vostro centro estetico organizzate un set di foto con un fotografo professionista. Nel nostro settore è importantissimo che il cliente veda un bell’ambiente, curato, pulito e ordinato, e delle brutte foto possono dare una percezione negativa delle cabine e allontare i clienti. Anche quando pubblicate foto sui social, fate in modo che siano originali e non scopiazzate qua e là. E se volete seguire i nuovi trend inserite anche grafici e infografiche accattivanti.
  • Non vi scordate dei numeri! Osservate bene i dati di Analytics per capire dove siete più deboli e cercate di rafforzare quelle aree; studiate i numeri di Insight per capire cosa è più gradito al vostro pubblico e cosa invece riscuote poco consenso. Infine, controllate se i vostri sforzi sono ripagati: se passate più tempo su Facebook che in cabina, forse non state ottimizzando al meglio il vostro tempo e monetizzando lo sforzo del marketing.

Related Posts

Leave a reply



Iscriviti alla nostra newsletter!