tendenze d'autunno bakuchiol

Avete tirato fuori le maglie a maniche lunghe? Ma soprattutto, avete preparato le palette autunnali? Le temperature si stanno abbassando e dobbiamo essere pronti a sfoderare tutte le nostre novità autunnali, a partire dai colori stagionali e dai trattamenti preparatori per il freddo.

Le tendenze trucco sono state già preannunciate nella settimana della moda: smokey eyes ovunque; elementi grafici futuristi con colori a contrasto o con sottolineature in foglia d’oro; labbra arancioni o rosse; unghie con tendenze opposte, dal minimalismo ai colori brillanti ispirati agli anni ’80.

Il Bakuchiol e le altre tendenze dell’autunno

Tutto questo è stato già anticipato da Instagram, e con una scrollata sui profili giusti puoi aggiornarti facilmente e vedere tutte le tendenze di questo autunno 2018. Ma le novità più importanti per chi lavora nel settore sono quelle che non possono essere raccontate sui social, perché riguardano i tecnici del settore, chimici, dermatologi e estetiste che studiano e testano le novità per la cura del corpo e dell’epidermide.

Bakuchiol, questo sconosciuto
Il Bakuchiol è l’estratto del Babchi (Psoralea corylifolia), una pianta originaria dell’India e dello Sri Lanka, coltivata anche in Arabia per le sue proprietà. Già molto usato nelle preparazioni ayurvediche e nella medicina cinese, grazie al suo effetto esfoliante è in grado di incrementare la naturale produzione di elastina e collagene, indispensabili per tenere giovane l’aspetto del viso oltre che più luminoso. Grazie a queste proprietà il bakuchiol può essere definito un sostituto naturale del retinolo. Studi scientifici hanno dimostrato una grande somiglianza tra gli effetti del retinolo e quelli del bakuchiol: dopo 12 settimane di applicazioni facciali i risultati hanno mostrato un miglioramento dell’elasticità e della compattezza della pelle, nonché la riduzione del foto-danno, senza gli effetti collaterali causati dal retinolo. In Italia ancora non abbiamo una grossa distribuzione ma online si può già comprare.

Vi prendete cura del microbioma?
Probabilmente avete già sentito parlare dei prodotti che aiutano a proteggere e ripristinare la barriera dell’umidità della pelle, ma vi state occupano anche del microbioma? Il microbioma cutaneo è la popolazione di microrganismi tra cui batteri, acari, virus e miceti che vivono sulla superficie della pelle e agiscono per mantenerne l’equilibrio e l’aspetto sano. Le sostanze aggressive per l’epidermide, ma anche alcuni cosmetici, possono causare squilibri nel microbioma, ma nuove famiglie di prodotti formulati con prebiotici ci possono aiutare a ottenere un effetto riequilibrante.

Cristalli per tutti
I cristalli sono sempre stati utilizzati per la cura della pelle e del corpo. C’è chi li utilizza per eliminare le vibrazioni negative e chi li strofina sulla pelle (non ci siamo mica dimenticati i roller di giada che tutti si sono passati sul viso nella scorsa stagione!), ma di sicuro si possono sfruttare in maniera migliore, per esempio con maschere e creme per il viso formulate con cristalli come l’ametista e la tormalina.

Zucche per l’autunno
Tutti gli anni riproponiamo in tutte le salse i prodotti a base di zucca da utilizzare in questo periodo, ma c’è una spiegazione scientifica per l’uso della zucca in autunno; la zucca fornisce la giusta quantità di enzimi e vitamine della frutta, che la rende ideale per illuminare la pelle e praticare una esfoliazione dolce.

Related Posts

Leave a reply



Iscriviti alla nostra newsletter!