News Sales e Marketing

Quali contenuti funzionano meglio su Facebook?

contenuti facebook

Un anno fa Mark Zuckerberg, fondatore e CEO di Facebook, ha annunciato che avrebbe cambiato le funzionalità di gestione del feed di Facebook, modificando così le modalità in cui i post vengono proposti agli utenti e le priorità dei contenuti su Facebook. La ragione comunicata al mondo era che in questo modo le persone avrebbero visto nel loro feed le notizie delle persone più vicine e non solamente i post informativi o promozionali delle pagine, ma come è andata realmente?

Quali contenuti funzionano meglio su Facebook?

A partire da agosto 2018, il cambiamento dell’algoritmo del feed di notizie aveva causato un calo del coinvolgimento per le pagine aziendali che in alcune categorie è arrivato fino al 50%. A un anno dall’introduzione di questo nuovo algoritmo NewsWhip ha pubblicato uno studio che analizza la frequenza dei contenuti che appaiono nei feed, con particolare attenzione ai contenuti provenienti dalle Pagine. Per fare ciò, l’azienda ha analizzato circa 27 milioni di post per determinare quali argomenti, formati e autori sono stati quelli che hanno ottenuto il maggio numero di condivisioni e interazioni su Facebook.
Tra il 1 ° gennaio e il 10 marzo di quest’anno, NewsWhip ha rilevato che i contenuti Web provenienti dall’esterno, ovvero i collegamenti ad articoli o contenuti che apparivano da qualche parte fuori dalle pagine o dai gruppi nativi di Facebook, hanno ottenuto un coinvolgimento di 1,5 volte maggiore su Facebook rispetto a quanto fatto durante lo stesso periodo nel 2018.

Lo studio a notare inoltre che, poiché gran parte dei contenuti condivisi proviene da fonti al di fuori delle pagine pubbliche di Facebook, il cambiamento dell’algoritmo del feed di notizie potrebbe realmente aver avuto l’effetto desiderato: gli utenti sono stati coinvolti maggiormente da post condivisi da amici e familiari, meno dai contenuti delle pagine.

NewsWhip ha anche esaminato le prestazioni del contenuto originali pubblicati su Facebook e, ha rilevato che alcuni formati hanno avuto performance migliori di altri: in questo caso abbiamo al primo posto come numero di condivisioni le foto, seguite dai video e dai video live. Questi ultimi, in particolare, erano annunciati nel 2018 come i contenuti con maggiore interazione e non hanno invece ottenuto risultati così esaltanti (mentre invece, in media, ottengono molti più commenti dei video non live).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter!