fbpx
News

Whatsapp Business per le aziende: come funziona

whatsapp business

Da un po’ di tempo è possibile scaricare e installare gratuitamente l’app di Whatsapp Business. Ne avevamo già parlato in un articolo un po’ di tempo fa, ma adesso che l’abbiamo testata possiamo raccontarvi come funziona, vedere insieme quali sono i vantaggi, gli svantaggi e i pericoli.

Prima di tutto un’informazione fondamentale: non si possono far funzionare su uno stesso numero telefonico sia l’app tradizionale di Whatsapp, sia l’app Business. Qualche modo per avere tutte e due le app sul telefono nello stesso momento però esiste: utilizzare due SIM, con un telefono con due slot per le SIM; utilizzare per Whatsapp Business il numero fisso aziendale; usare uno smartphone con separazione dei profili (possibile per esempio sugli Xiaomi).

Ma perché è utile per le aziende Whatsapp Business? Prima di tutto per le opzioni presenti nel profilo: mentre nel profilo personale si può aggiungere solo una foto e una breve frase, in quello Business si possono aggiungere tutte le informazioni per essere riconosciuti e trovati dal cliente. Potete quindi aggiungere nome, logo, descrizione dell’attività, orari di aperura e chiusura, sito web, indirizzo email, etc.

Tra le funzionalità poi più utili e apprezzate c’è il risponditore automatico, che invia un messaggio quando non possiamo rispondere o fuori dal nostro orario di apertura. Impostando infatti l’orario si possono bloccare tutti i messaggi ricevuti fuori dall’orario di apertura e indirizzare una risposta automatica.

Ovviamente con WhatsApp Business si possono utilizzare tutte le funzionalità della app classica: inviare messaggi a singoli, partecipare ai gruppi, fare videochiamate, inviare file, foto e documenti, e anche inviare lo stesso messaggio a tante persone, con una certa attenzione!

Whatsapp infatti dà una certa libertà di invio ai suoi utenti ma solo se si rispettano tutte le normative per la privacy e per il rispetto dei dati dei contatti. Se inviamo un messaggio broadcast a tutti i nostri contatti, e questi contatti hanno il nostro numero in rubrica, rispettiamo tutte le normative. Se invece il messaggio arriva a troppi utenti che non hanno il nostro numero, può essere segnalato come spam, e lo stesso numero può essere bloccato dalla app.

Come capirete questo è un rischio molto grande, soprattutto per chi prende appuntamenti tramite Whatsapp e gestisce ormai tutte le comunicazioni attraverso questo social: il blocco del numero infatti comporta l’impossibilità di ricevere e inviare messaggi, e il recupero di tutte le funzionalità è piuttosto macchinoso, anzi, a volte impossibile.

Il nostro consiglio è quindi di utilizzare sicuramente la versione business, ma di far molta attenzione all’invio di messaggi broadcasting a tutto il database, se non accuratamente selezionato. E di ricordare che una volta passati da Whatsapp a Whatsapp Business non si può tornare indietro, o meglio si torna indietro ma si perdono tutti i dati e tutte le chat.

Se avete troppi dubbi e non volete rischiare potete sempre utilizzare Telegram!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter!