fbpx
News

Istruzioni per sopravvivere al down di Facebook, Instagram e Whatsapp

alternative whatsapp

Lunedì sera tutti sconnessi! Non vogliamo certo suggerirvi come passare il tempo quando va in down l’azienda che tutti i giorni ci intrattiene, ci fa comunicare, su cui molte persone hanno costruito business, né vogliamo sapere cosa avete fatto durante quelle ora di disconnessione. Qui si parla di come essere pronti a gestire la propria attività anche quando Facebook, Instagram e Whatsapp non rispondono più ai comandi.

Prima di tutto partiamo dalla messaggistica come Whatsapp, cioè da quei sistemi che ci permettono di inviare messaggi one to one o broadcast e attraverso i quali ormai gestiamo tutti i nostri appuntamenti.

L’alternativa a Whatsapp più diffusa e semplice da usare è Telegram. Ne abbiamo già parlato per quanto riguarda la comoda funzionalità di gruppi e canali; è molto diffuso, soprattutto perché le scuole italiane lo hanno scelto come mezzo per diffondere circolare, informative etc., quindi tutti i genitori con i bimbi in età scolare hanno già la app.

Quindi quando avete un po’ di tempo create il vostro gruppo o canale, aggiungete i contatti e cominciate a usarlo in parallelo a Whatsapp, in modo da avere pronta una comoda alternativa.

Se volete invece mandare messaggi veloci ricordatevi sempre degli SMS!

Per quanto riguarda Facebook e Instagram non abbiamo alternative con le stesse identiche funzionalità, ma possiamo usare Google MyBusiness esattamente allo stesso modo: inserendo immagini, offerte, creando eventi e post. Tutto ciò che viene inserito su MyBusiness va in visualizzazione insieme al posizionamento su mappa, quindi vi permette di lasciare messaggi anche alle persone che visualizzano la vostra attività su Google Maps.

Ovviamente l’alternativa che vi permette di lavorare in autonomia, di essere sempre in contatto con i vostri clienti, di essere visibile sui motori di ricerca e raccontare la vostra attività a modo vostro, è il sito web! Va offline solo se non pagate il dominio e non vi chiede di pagare per far vedere i vostri post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti alla nostra newsletter!

CAPTCHA