Si può fare storytelling nel settore beauty e nel centro estetico?

Storytelling nel settore beauty

Nel mondo della pubblicità pre internet i messaggi che funzionavano meglio erano quelli che riuscivano a catturare l’attenzione in meno di 30 secondi. Nel nuovo mondo digitale, lo spazio dei media è diventato praticamente infinito, e la risorsa più scarsa è diventata la fiducia; perciò le attività più influenti sono quelle che riescono a creare un legame duraturo con i consumatori attraverso il racconto di una storia autentica.

Raccontare storie autentiche per coinvolgere l’utente/cliente: è questa l’essenza dello Storytelling, la tecnica di content marketing che ultimamente sentite tanto nominare (anche in politica!). Possiamo utilizzare lo storytelling nel settore beauty e nel centro estetico? Certamente! Chi più degli operatori della bellezza ha storie autentiche e coinvolgenti da raccontare! Un approccio come quello dello storytelling in cui si racconta la verità viene sempre premiato con attenzione, poichè crea una connessione più profonda con l’utente. L’autenticità inoltre è contagiosa, spinge alla condivisione e fortifica il legame tra il marchio e i consumatori.

Quindi, da dove iniziare con lo storytelling? Ecco una breve lista di consigli per cominciare con il piede giusto

  1. Fate venire fuori la vostra passione. Skin care? Dimagrimento? Approccio olistico? Cercate di capire bene qual è la vostra specializzazione, su quale avete più cose da raccontare e rimanete fedeli a questa impostazione: solo in questo modo la vostra autenticità verrà percepita. Troppo spesso si inseguono le tendenze di mercato e si finisce per perdere la propria identità: i clienti (e anche la cassa) se ne accorgono.
  2. Pensate a come connettervi ai vostri clienti. Qual è il mezzo giusto per raccontare la vostra attività? Un blog, un profilo Instagram, Twitter, una newsletter? Conoscere la propria clientela vuol dire anche capire qual è il mezzo giusto per raggiungerla e per creare un canale di comunicazione diretto e continuativo.
  3. Trovate una voce autentica. Parliamo non solo di contenuti ma anche di tono della comunicazione. Siete materne e premurose con le clienti del centro estetico? Continuate a esserlo anche nello storytelling. Siete dirette e a volte spietate: se è quella la vostra caratteristica cercate di mantenerla. Definite com’è la vostra voce autentica e mantenetene il carattere in tutte le vostre comunicazioni.
  4. Pianificate e programmate. Avete un argomento, avete scelto un canale sul quale comunicare, definito una voce: è arrivare il momento di programmare, costruendo il piano di comunicazione e pianificando le azioni da fare. Sito, social network, video, comunicati stampa: tutti questi sono posizionamenti possibili per i messaggi, ma ricordate che ogni media richiede un approccio differente per essere efficace.

 

Related Posts

1 comment

[…] Non c’è niente di sbagliato nel richiedere un prezzo equo per i nostri servizi, ma di certo anche in questo caso dobbiamo comunicarlo nel modo giusto. […]

Leave a reply



Iscriviti alla nostra newsletter!