fbpx

Groupon chiude in 7 paesi e licenza 1100 dipendenti

L’annuncio è arrivato direttamente ieri dal blog ufficiale: Groupon chiude in 7 paesi e licenzia 1.100 dipendenti. La società è attiva anche in Italia (e la sua sede locale al momento non è interessata da chiusure nè ridimensionamenti) è nota per la sua formula commerciale derivata direttamente dalla pratica dei gruppi d’acquisto online. In pratica, attraverso il gruppo di acquisto si riescono ad abbattere i prezzi dei prodotti; le offerte di Groupon inoltre sono geolocalizzate, ovvero vengono divise in base alle città, in maniera tale da poter trovare l’offerta più vicina a casa.
Molti dei proprietari dei centri estetici lo conoscono e lo utilizzano per la promozione di trattamenti a prezzi scontatissimi, con risultati divergenti (si raccolgono nuovi contatti ma contatti che non sono disposti a spendere e che difficilmente vengono fidelizzati).

I paesi in cui Groupon cesserà le sue attività sono: Marocco, Panama, Filippine, Porto Rico, Taiwan, Thailandia e Uruguay. Le chiusure si aggiungono alle recenti uscite dai mercati della Turchia e della Grecia e alla svendita di quote di Groupon India a Sequoia Capital, una grande società di investimento specializzata nello sviluppo di aziende del settore della new economy.

Il COO di Groupon, Rich Williams, ha dichiarato “Crediamo che, affinché la nostra presenza geografica possa essere un vantaggio ancora più grande, abbiamo bisogno di concentrare le nostre energie e i nostri investimenti su un minor numero di paesi”. Prima delle chiusure, Groupon era attiva in oltre 40 paesi.

1 commento su “Groupon chiude in 7 paesi e licenza 1100 dipendenti”

  1. Pingback: Sponsorizzazioni, annunci e adv: ecco le cose da sapere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA


Torna in alto