News Sales e Marketing

Sponsorizzazioni, annunci e adv: ecco le cose da sapere

Sponsorizzazioni post Facebook

Sempre più spesso ci capita di parlare con estetiste alle prese con il mondo delle sponsorizzazioni: c’è chi prova a investire in Adwords, chi sponsorizza post su Facebook e Instagram, chi pubblica annunci su siti come Groupon. I risultati però non sono quasi mai soddisfacenti, forse perché dietro alla sponsorizzazione manca una strategia di comunicazione, forse perché anche se il meccanismo può sembrare semplice, può trarre in inganno chi non mastica molto il linguaggio del marketing digitale.

Come abbiamo già detto altre volte, gli investimenti sui media digitali hanno sempre un ritorno più altro rispetto a quelli tradizionali, ed è sicuramente un trend di cui approfittare, tenendo conto però di alcune cose fondamentali.

Sponsorizzazioni, annunci e adv: ecco le cose da sapere

Quanto siamo disposti a spendere?
Investire in pubblicità vuol dire pianificare e mettere da parte del budget per arrivare a conquistare nuovi clienti.
Anche se la pubblicità sui social media è piuttosto economica (si può investire sia su Facebook sia su Google partendo da 5 euro al giorno), occorre tenere conto del costo reale di acquisizione di un cliente attraverso gli annunci: per esempio per un centro estetico che lavora a livello locale, il costo di acquisizione contatto su Facebook è di circa 10 euro. Attenzione però, parliamo di acquisizione contatto, non di acquisizione cliente: questo vuol dire che alla fine della sponsorizzazione, se avete lavorato bene, vi troverete un nuovo contatto (nome, cognome, email e telefono) starà a voi poi trasformare il contatto in cliente. Se non siete disposti a investire questa cifra non vale la pena buttare soldi sulle sponsorizzazioni.

Abbiamo il tempo necessario per seguire gli annunci?
Le pubblicità e gli annunci sui social non possono essere impostati e dimenticati: è molto semplice avviare una campagna, ma per arrivare a risultati concreti occorre pianificare, produrre contenuti accattivanti e rimodulare la campagna a seconda dei risultati ottenuti. Se non abbiamo tempo per creare annunci in grado di attrarre contatti, sperimentarne diverse versioni, controllare regolarmente i risultati e rimodulare gli investimenti, allora forse si stanno solo sprecando soldi.

Sappiamo cosa stiamo facendo?
Questa è una specie di domanda trabocchetto, anche perché si impara anche sperimentando, sprecando le proprie risorse e buttando soldi. Quindi se volete cimentarvi nelle sponsorizzazioni fatelo pure, ma con la consapevolezza che i risultati potrebbero arrivare dopo molto tempo, quando avrete imparato le regole fondamentali che rendono un post o un annuncio performante su Google, Instagram o Facebook.

Stiamo pubblicando annunci per compensare scarse strategie di marketing?
Vediamo molti centri estetici utilizzare gli annunci di Facebook come un ultimo disperato tentativo di raggiungere più clienti. Nel frattempo però hanno un sito web disastroso, un profilo Instagram morto, un servizio clienti inesistente e magari hanno anche recensioni terribili sui social… Certamente non tutta la nostra comunicazione può essere perfetta, ma prima di investire soldi dovremmo fare in modo che l’immagine del nostro centro sia ben curata. Possiamo investire in volantini meravigliosi ma se poi la nostra vetrina è impolverata e ancora con gli addobbi di Natale come possiamo pretendere che i clienti entrino?

Aggiornate il sito web, pubblicate contenuti coerenti e accattivanti sui social media, cercate di ottenere recensioni a cinque stelle e offrite ai clienti un’assistenza impeccabile. Solo così l’investimento pubblicitario avrà un ritorno assicurato!

  1. Pingback: Dove investire per una sponsorizzazione efficace - Facebook, Adwords o

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter!